E come Estivill

All’inizio del grande viaggio della maternità non sai neanche chi sia. Poi diventa un nome familiare, lo cerchi in libreria – se prima non c’è stata qualche zelante mamma che te l’ha prestato. Poi lo leggi e sera dopo sera lo rimetti a posto, perché non ti senti abbastanza cattiva. Per alcune coppie poi arriva il momento di sfoderarlo e utilizzarlo, anche se vorrei sapere in quante hanno fatto il quadretto ad hoc per lasciarlo piangere e disperarsi nel suo lettino. Altre mamme lo lasceranno per sempre nel cassetto, perchè potrebbe tornare utile. Altre non si limiteranno a lasciarlo nel cassetto, inveiranno sui blog contro il metodo snaturato dello spagnolo. Insomma, una cosa è certa, entro i primi sei mesi di vita del piccoletto Estivill sarà diventato molto familiare anche a voi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...