D come dopocena

Ossia la vita parallela delle mamme. Perché una volta messo a letto il piccolo ometto si ricomincia: sparecchia, lava i piatti, riordina la cucina e passa lo straccio sul pavimento, dove pullulano resti di cibo della cena dal seggiolone che ci mangerebbe un esercito…di formiche – eh, sì, i resti sono tanti, ma le porzioni sono da piccolissimi. Poi raccatta e piega i panni che sono stati miracolosamente tirati dentro da qualche aiutino familiare nel momento in cui si è scatenata la tempesta, ma sono rimasti buttati sul letto per tutta la giornata…sì, insomma da quando va a letto il piccolo a quando vai a letto te passano sempre quelle due orette di lavori forzati. Ed è per questo che quando lo addormenti nel letto vicino a te, ti capita di restare nel dormiveglia qualche manciata di minuti anche se lui si è già addormentato e tu potresti tranquillamente ripartire. È il riposo del guerriero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...