E come ecografia

Il primo battito, che va velocissimo, che è quasi un galoppare di vita dentro di te. Non mi piacciono quelli che fanno il filmino dell’ecografia o le foto tridimensonali, non capisco chi possa comprare la macchinetta che appoggiata sulla pancia ti fa sentire il battito tutte le volte che vuoi e te lo puoi sparare nelle orecchie come fosse Vasco. Ma non dimenticherò mai l’emozione della prima ecografia. Perché prima di quel momento lo sai razionalmente che lui è dentro di te, però ancora non lo senti muovere e ti fidi di quello che ha scritto su un referto il medico che ti ha fatto le analisi del sangue. Ma quelli sono numeri, nel sangue c’è tanto di quella sostanza e quindi tu sei incinta. Ma è solo dopo che ti hanno spalmato la pancia, che ha i precedentemente riempito di un litro e mezzo di acqua, di roba azzurra e gelatinosa e fredda e ci hanno appoggiato sopra quella macchinetta tondeggiante che senti e vedi la nuova vita che sta crescendo, che si muove, o forse in quel momento sonnecchia, incurante della gioia immensa che stai provando.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...