SWITCH

e oggi non parlo in seconda persona, oggi parolo in prima. perchè sono appena rientrata al lavoro e sono reduce da oltre 40 descrizioni emozionali di una nota marca di abbigliamento. le parole chiave, come ci sono state comunicate dal cliente, sono: fashion, sexy… anzi fashion e sexy. tutto il resto che viene utilizzato per descriverre cinque paia di pantaloni  praticamente uguali e venti magliette e magliettine senza differenze degne di nota è fantasia. così mi sono messa ad inventare ed anche la giornata di oggi è passata. le scorse invenzioni erano andate bene – la volta passata c’era da emozionarsi anche per l’intimo e lì ci siamo divertiti.

l’unico neo è che sono finite le feste e siamo tornati alla nostra trista scrivania. alle corse la mattina per arrivare con solo un quarto d’ora accademico di ritardo. al freddo dentro e freddo fuori di questa stanza che è stata chiusa per poco meno di due settimane.

il piccoletto è a casa, prima con nonna poi con babbo e la voglia di un part time si spreca. è a casa con il cavallino a dondolo che gli hanno regalato i nonni e trotta e nitrisce e ancora dobbiamo trovargli il nome adatto – sì, devo ammettere che Furia mi pareva un po’ banale, poi mi sbaglierò, eh….

di parole nuove non ne registriamo, di dentini sì, quello in basso a destra ce lo ha portato babbo natale mentre in tante case e famiglie di cui mi è giunta notizia babbo natale ha portato fratellini e sorelline –  e sorelline laddove mamma e babbo e fremevano per un fratllino, ma questa è un’altra storia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...