D come diario personale

Le parole dei genitori

Caro Piccoletto,

per te il nido prima di andarci era quel posto dove “tutti i bambini giocano…a calcio..GOOOL!”. La prima volta che siamo venuti era ancora agosto, dovevano finire le vacanze, ti sei messo subito a giocare a calcio in giardino, hai fatto amicizia con i pesciolini della materna e come al solito hai cercato di smontare un po’ di roba.

Poi l’asilo è iniziato davvero e ci siamo stati insieme, hai ritrovato qualche amichetto e soprattutto amichetta dei giardini, ti sei innamorato dell’angolo cucina, dove il forno non brucia e c’è tutta la frutta finta per giocare, e dello scivolo, con l’atterraggio morbido sui tappeti e i pezzi di legno che fanno tanto rumore. Un giorno hai scoperto la fisarmonica e non volevi più venire via, per non parlare dell’amore a prima vista per la biblioteca e il librino con i versi delle rane.

La prima volta che ti ho lasciato da solo eri tutto intento a tirar fuori una tazzina dalla teiera e quando sono tornata eri in fila in bagno. Le altre volte c’è stata qualche lacrima in più, ma niente di che.

Ora che ti sei “inserito”, non posso che invidiarti – in senso buono, naturalmente. Tu all’asilo a giocare con tutti gli amichetti e le amichette e io in ufficio a lavorare …facciamo a scambio?

Un bacio

La tua mamma

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...