A come autunno

ogni tanto me lo chiedeva negli scorsi giorni: autunno dov’é? e io a provare a spiegargli che autunno, un po’ come appello, sono nomi astratti, identificano qualcosa che c’è ma può anche non esserci. l’autunno, gli dicevo, arriva.

eccolo, oggi. con il vento freddino che però gli piace tanto, quando sul passeggino allarga le braccia per sentirlo ancora di più e gli scompiglia i capelli già abbondantemente scapigliati dall’insana decisione del babbo settimana scorsa di dargli un taglio qua e là. eccolo, con la pioggia forte che ticchetta sulla finestrona dell’ufficio.

ci voleva, per riportare un po’ di normalità climatica e perchè i giochi in casa quando fuori piove, come stare sotto le coperte quando fa freddino, non ha prezzo. vedremo invece quanto pagheremo cari pioggia e freddo nel tragitto casa -asilo….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...