P come prezzo

quando parlano delle cose che non hanno prezzo dovrebbero parlare di quando vai prendere tuo figlio all’asilo, che poi in realtà è l’asilo nido ma nido non lo dici più perché lui è già così grande. grandissimo, anche se un piantino quando te ne vai lo fa lo stesso, vuoi perché è tornato dopo un po’ di assenza per malattia, vuoi perché vorrebbe che rimanessi,  vuoi per darsi un tono e darti importanza e per avere una razione extra di coccole dalla maestra – nel nostro caso suorina. così grande che quando lo accompagni scende dal passeggino e si avvia per le scale da solo e quando lo vai a prendere si precipita verso il cancello con lo zainetto. così grande che parla un sacco – lo ha ammesso anche la suorina un po’ stordita dalle chiacchiere di fine mattinata – e inizia ad essere attendibile su domande tipo :” cosa hai mangiato a merenda?”. così grande che sta a vedere cosa fanno le maestre e mi spiega che colori di tempere hanno usato e mi racconta,  cioè è stata piuttosto una confessione indotta – che ha fatto piangere Arianna. insomme dicevamo che non ha prezzo quando ti abbraccia quando arrivi a prenderlo e dice alla suorina tutto sorridente: ” è arrivata!”.

anzi forse un prezzino ce l’ha visto che poi sei così contenta che è stato buono e sereno e contento che a pranzo gli fai mangiare le farfalline con le mani e rovesciare l’acqua nel piatto, come dice lui, “per scherzo”!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...