A come autoanalisi

il mio problema è che me la prendo troppo. esempio: ieri vado a casa di una mia amica, che mi racconta che tutte le notti che il bambino di un anno e qualche mese si sveglia e lei e il marito lo sentono con il walkie talkie o come si chiama quello per sentire da una stanza all’altra se il bimbo piange il marito inizia ad imprecare che il bambino non è normale e che bisogna dargli delle gocce e via dicendo. ecco, lei riesce ad alzarsi, andare a coccolare il bambino, riaddormentarlo e tornare a letto. ecco, io non ci riuscirei. e poi le dice che suo marito ogni tanto fa degli urlacci al piccolo che il piccoletto si spaventa – il nostro non se ne fa né in qua né in là – lei magari se la prende ma poi ci passa sopra.

sono cose che mi fanno andare fuori di testa. vorrei che le cose mi scivolassero addosso, che le risposte meno carine, che le battute e le insinuazioni più o meno pesanti non mi colpissero. invece non  ci posso fare niente, io mi arrabbio e rimugino e me la prendo e rispondo e ci ripenso.

eppure sono grandicella, non dovrei più essere permalosa come affermò santa Klaus a 12 anni durante una festa con le amiche di scuola organizzata da una mamma svizzera. invece…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...