v come venerdì

 che si respira nell’aria, che è lo dicono anche i TG già intensamente primaverile. venerdì che precede un sabato e domenica in cui ho intenzione di stare appiccicata al piccoletto e di portarlo in bici “a modo mio” senza babbi che stressano e per il gusto di vederlo pedalare dove vuole e con i tempi che vuole. lui, il mio piccoletto che continua a fare dottor Jekille e Mister Hide fra asilo e casina. arriva all’asilo che sembra un angioletto, anche troppo. due saluti, due baci, uno alle suorine e uno a me ma con meno slancio ed è già ubbidientemente seduto al tavolino a fare il lavorino di turno per la festa comandata di turno. non solo, se a casa è impossibile farlo rinunciare a qualcosa che gli interessa, per non parlare degli ovetti pasquali che fra l’altro lo hanno riconciliato con l’istituzione asilo, dalle suorine è da giorni alle prese con la preparazione di un cestino e il posizionamento degli ovetti, ha a disposizione un sacchettone di ovetti e non dice pio né risulta abbia mai provato ad addentarne uno. a casa, invece, è un corridore di corridoi, un despota nato, un indisciplinato di prima qualità. mah!!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...