M come moto

Ciao amore,

grazie per quel giretto in moto ieri mattina. anche se non si apriva la visiera del casco e quindi mi sentivo tipo astronauta con la “bolla” intorno alla testa, anche se all’inizio, sulle prime accelerate, qualche brivido l’ho avuto, anche se non eravamo vestiti da veri motociclisti e quindi abbiamo evitato la sosta al passo accanto a chi si “acchitta” per una gita in moto come se dovesse andare a fare una sfilata, anche se hai ancora il foglio rosa e quindi probabilmente eravamo due fuorilegge passibili di multa e rimproveri, grazie perché ci voleva. grazie anche al piccoletto, che quando siamo saliti in sella non ci ha degnato di uno sguardo e neanche quando siamo tornati – era molto più emozionato quando prima il nonno poi gli zii hanno portato la focaccia fresca di panetteria.

grazie perché è stata solo una mezzoretta ma siamo stati di nuovo coppia, con il vento fra i capelli e abbracciati per la velocità e ci siamo fermati a guardare il paesaggio – e il cellulare, si sa mai che il piccoletto avesse avuto un momento di voglia di mammababbo – e c’era il vento che smuoveva erba alta e fiori primaverili come fossero le onde del mare e ci siamo messi a ridere quando abbiamo visto tre motociclisti e una moto sola.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...