E come educazione

la mia mamma, la sua adorata nonna, è una delle persone più buone che ci siano, sempre – quasi – in modalità porgi l’altra guancia. ma quando si tratta del piccoletto sto notando che lo è meno. sarà che oggi proprio quando lo è andato a prendere all’asilo dopo tre giorni di assenza ecinque di febbrina/tossina/malesserino, ha assistito alla classica scenetta: piccoletto ha una cosa, una bimba vuole una cosa, piccoletto resiste, poi molla, poi piange. nel caso specifico wondernonna è andata a riprendere la cosa del piccoletto dicendogli che la prossima volta gli dica alla bimba che quella è sua – e lei se ne cerchi un’altra, sottinteso. Fortunatamente poi pare che fossero arrivate anche le maestre a ristabilire l’ordine. chissà se solo perché c’era anche la nonna o no – dice mio padre che chi pensa male fa peccato ma spesso ci piglia.

insomma, me lo sarei aspettato dal babbo, che non è propriamente un tipo pacifista e quindi anche in termini di azioni/reazioni a dispetti fra bambini ha molto da dire. ma dalla nonna mi aspettavo più un approccio di perdono cristiano. visto dal nostro punto di vista: grande nonna!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...