V come venerdì

il primo d’estate,  il primo di chiusura estiva pomeridiana che ti obbliga a fare i conti c0n programmi, necessità, voglia di sfruttare al meglio queste preziosissime 4 ore che comunque il capo ha deciso di decurtare dallo stipendio o dai recuperi. vorresti fare qualcosa di fantastico, di strabiliante, anche se il piccoletto non credo apprezzi appieno la frase: oggi pomeriggio la tua mamma non lavora. un parco giochi? la piscina? lo zoo? e chi più ne ha più ne metta, poi rifletti che forse basterà stare in casa, metterlo a fare il riposino al posto della nonna, svegliarlo e fare una capatina ai treni e sarà comunque un pomeriggio speso bene,  trascorso insieme provando a dargli l’illusione delle mamme che non lavorano a tempo pieno, condividendo la normalità di un pomeriggio insieme, senza grandi aspettative ma con grande serenità, che poi se scelgo il piano B ci sta anche che legga un po’ mentre lui dorme. mica male. ai posteri l’ardua sentenza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...