T come tappeto

ossia del vivere in città. ieri tornavo a casa, prima di trovarli addormentati-parrucchiere-svenire-etc e vedo che da dietro l’angolo si alza, anzi scende, una grande polvere, accompagnata da peli e pelucchini vari. giro l’angolo ed ecco svelato l’arcano. la signora, vedi sotto

che scuote la coperta. sudicia, molto sudicia. alle 18 e qualcosa. su una strada piuttosto frequentata. lo so che non è fondamentale, ma insomma non sarebbe educazione attendere la sera e guardare che non passi nessuno sotto?

che poi io sono adulta e vaccinata ma se ero con il piccoletto e il passeggino, si doveva respirare tutte le porcherie della coperta della signora?

2 pensieri su “T come tappeto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...