F come fretta

Dalle ultime osservazioni sulla quotidianità del piccoletto, sono arrivata ad una conclusione: il concetto di fretta per i piccoli non esiste. Sì, lo so, non è una grande scoperta, ma è una cosa che mi affascina e una delle tante che dovremmo imparare dai nostri figli in età da asilo.

Per loro non ha un senso l’essere in  ritardo, quindi neanche fare le cose di fretta, sbrigarsi, etc, tutte quelle dinamiche insomma che avvelenano le nostre giornate da adulti sempre in lotta con le lancette dell’orologio, queste disgraziate che non rispettano i nostri ritmi e corrono, corrono, corrono.

Stamattina, dopo un dolcissimo risveglio con il babbo, eravamo di fatto in ritardo. Io dovevo entrare al lavoro e loro dovevano andare a un appuntamento per il nostro progetto, quello segreto, quello che sanno solo in Comune dove però non è che ci diano una gran mano, a dire la verità neanche i preventivisti ci stanno aiutando, ok, diciamo quel progetto segreto e impossibile.

Ecco, lui, il piccoletto, dopo essersi svegliato tutto sommato anche abbastanza bene, non aveva fretta di uscire, come noi. Non gli era chiaro perché non potesse stravaccarsi sul divano, giocare a non farsi vestire e dovesse sbrigarsi. Insomma, mica stava andando a fuoco la casa, si sarà detto.

Mi ci voglio vedere quando inizia l’asilo!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...