L come lettere mai scritte

Quella sera di tre anni e dieci mesi fa più o meno avevamo deciso di andare a cena e a dormire nella tua casa in montagna, quella che poi è diventata la nostra casa in montagna, quella a cui tieni di più che alla non nostra casa di città, quella dove lavori, accomodi, perfezioni, mentre casa nostra in città, in affitto ma dove trascorriamo il 90% del tempo cade a pezzi. Ok, non fa niente.

Io avevo deciso che volevo provare a fare il riso basmati di verdure che avevamo assaggiato qualche giorno prima ad un aperitivo in un locale della città – già, ricordi, andavamo ancora in giro per aperitivi… Quello era molto buono, leggero e orientaleggiante, il mio di lì a un ora sarebbe stato molto più ricco e mantecato, ma poco importa.

immagine tratta dal web

Erano ancora i tempi in cui solo noi sapevamo di noi e quando decidevi che si andava su non avvertivi nessuno, tanto tuo padre da solo sicuramente non ci sarebbe andato. E infatti, ci trovammo tuo fratello con la fidanzata. Avevamo voglia di stare soli, di farci una serata nostra e lì per lì in garage io mi sono fumata una sigaretta e abbiamo quasi pensato di riprendere la macchina e tornare indietro. Invece poi siamo rimasti e abbiamo anche fatto l’albero di natale con le figure in legno di Betlemme. Io ho fatto anche il risotto, quello pastoso. Tu hai acceso il camino. Noi abbiamo bevuto prosecco e mangiato patatine, mentre preparavamo l’albero. Poi abbiamo visto un pezzo di dvd dalla mattonella, abbiamo chiacchierato e a una certa ora ci siamo ritirati nelle nostre stanze.

immagine tratta dal web

 

Faceva freddo, c’era la coperta elettrica, c’eri tu e c’ero io ed è stata quella notte che è arrivato lui, il piccoletto.   Ora vorresti che questo non fosse mai accaduto, probabilmente. Cerchi in un’analisi la verifica che questo non sia mai successo. Forse hai ragione tu, chissà. Forse questo è quello che devo pagare per i miei errori. Lo so che ci sono errori che si fanno da soli ed io dei miei me ne assumo tutta la responsabilità, ma ci sono anche grandi gesti che si fanno insieme e andare insieme avanti potrebbe essere uno di quelli. Forse no, forse è troppo tardi.

 

ps:  intanto le maestre hanno trovato la perfetta definizione del mio piccoletto : UNO CHE NON SI ARRENDE FACILMENTE. perfetta, calzante, elegante, esatta. ecco il mio piccoletto su certe cose è come la sua mamma: un grandissimo rompiballe.

Annunci

3 pensieri su “L come lettere mai scritte

  1. piccola….non pensare mai che quel momento sia stato un errore….mai mai….
    è nato il tuo combattente in quella notte!
    ♥♥

  2. Noi donne siamo capaci di cose che l’altro sesso non comprende. Noi donne abbiamo una forza che l’altro sesso invidia e ripudia. Noi, solo noi. donne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...