C come ciao

ciao al cagnolino dell’ex-babbo che stamattina ci ha lasciato. l’ultima volta lo avevamo portato insieme dalla veterinaria, in un pomeriggio di agosto. caricato e messo in macchina, nella nostra macchina, sopra una copertina. non si era mosso per tutto il viaggio, ma mi guardava, mentre seduta dietro controllavo che tutto andasse bene. non era più il cagnolino di una volta, quello scalmanato che non poteva essere portato a caccia perchè scappava di qua e di là ed era impossibile stargli dietro. non era più quello che tentava la fuga ogni volta che il cancello non era chiuso ermeticamente. non ci vedeva tanto, ma l’ultima volta la dottoresa aveva detto che la sua vita tranquilla aveva ancora un senso e che non era il caso di porle fine. da ieri sera invece pare non si muovesse più così stamattina è stato portato in clinica per una dolce morte.

non so come dirlo al piccoletto, che alla fine anche se lo vedeva sì e no una volta a settimana gli voleva bene. che voleva sempre andarlo a vedere, salutare, farlo uscire dalla cuccia, farsi annusare. sapere dove era. non so neanche come dire all’ex-babbo che mi dispiace, davvero, tantissimo. vorrei nonostante tutto abbracciarlo e dirgli che gli voglio bene, ma lui non mi vuole più. e io non so cosa pensare del suo dolore per la morte del cagnolino e della sua insofferenza verso la vita di un figlio che sta crescendo nella mia pancia.

ps: no news dall’ospedale per la villo = good news, quindi se invece il piccolissimo non avrà resistito all’indagine invasiva potrò dire che è stata colpa mia, di un mio scrupolo di troppo.

pps: oggi chiacchieratina con le maestre, rassicurante. sì, il piccoletto fa quello che vuole e si arrabbia tanto ed è anche un po’ scorbutico, ma ci hanno rimandato al 22, quando si farà la riunione di sezione – devo ricordarmi di portare lo scottex prima altrimenti sembro scorbutica anche io:) – e intanto gli ho detto che ci stiamo separando e a dirlo sembra meno spaventoso di quando non lo dici.

immagine tratta dal web

ppps: ieri sera ed oggi telefonata fiume con la mia amica del cuore, quella con cui ho fatto amicizia da grande – 26 anni e una convivenza nella capitale – e che mi caspisce più delle amiche storiche con cui ho fatto asilo, elemenari, medie, liceo. si vede che certe affinità si maturano da più grandi. le ho detto tutto, mi sento un po’ più in attesa ora che lei lo sa e anche in questo caso un po’ meno spaventata. speriamo duri.

 

Annunci

3 pensieri su “C come ciao

  1. per il piccoletto e la scuola…tranquilla…credo sia solo periodo di adattamento a nuove persone che danno le regole!mi dispiace per il cane. ti abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...